BCMS Ventur presentato all’annuale conferenza del WBA

Il 13 gennaio 2021 presentiamo il sistema BCMS Ventur alla conferenza del World Birdstrike Association. A causa della Pandemia di Covid-19 la conferenza si terrà per la prima volta attraverso una piattaforma web e ciò, seppur ha degli svantaggi, presenta aspetti positivi come la maggior facilità nel parteciparvi, e la maggior divulgazione dell’evento e dei contenuti. Da sempre il WBA si batte contro il fenomeno del birdstrike, cercando di promuovere pratiche virtuose nella gestione dell’avifauna e facendo pressione per innalzare la sicurezza dei voli. Lo fa promuovendo anche tecnologie innovative e perciò siamo molto contenti di poter presentare il sistema dinanzi ad una platea così autorevole e preparata. Se ne parlerà anche sui social, poiché l’argomento sta prendendo sempre più piede: molti viaggiatori si stanno rendendo conto che un volo sicuro inizia proprio dall’aeroporto da cui partono. La sicurezza non può essere un optional per questo siamo in molti, tra aziende ed esperti, a lavorare per innalzarla. La pandemia, si sa, ha colpito fortemente il settore aeronautico e aeroportuale, limitando gli spostamenti, e facendo diminuire moltissimo i voli. Così si è lasciato spazio agli animali selvatici che si sono riappropriati delle aree non più presidiate. Ciò sta comportando e comporterà seri problemi proprio legati al pericolo di birdstrike, che infatti non è diminuito nella stessa misura in cui sono diminuiti i voli. Uno dei casi studio sarà proprio quanto è accaduto in Italia, ma è un problema che coinvolge tutto il mondo occidentale. Noi proponiamo la nostra soluzione, il BCMS VENTUR che anche in caso di chiusure totali continua a sorvegliare (e monitorare) ed eventualmente allontanare i volatili. Un modo innovativo per affrontare un problema nato col volo, perché il nostro intento è rendere il volo più sicuro partendo proprio dagli aeroporti, dove avviene il maggior numero dei birdstrike, senza sacrificare la vita degli animali selvatici.